GEST S.p.A. - Via dell' Unità d'Italia, 10 - 50018 Scandicci (FI) - fax 055 7352 203 - info@gestramvia.it

Capitale sociale euro 2.000.000,00 int.vers. - R.E.A. FIRENZE 548117 - C.F. e P.IVA 05452730483

Linea T2, apre la fermata Redi

 

FIRENZE, 13 luglio 2019 – Lunedì 15 luglio apre la fermata “Redi”: la 13a fermata tramviaria della linea T2 che collega Piazza dell’Unità d’Italia con l’Aeroporto di Firenze. 


La linea, inaugurata lo scorso febbraio, aveva dovuto far a meno della fermata “Redi”, prevista, realizzata, ma non aperta a causa della mancata realizzazione di rampe e accessi – programmati da Rfi nel più ampio progetto della Stazione dell’Alta Velocità - che dovevano consentire l’arrivo e l’uscita alle banchine in piena sicurezza.


La Linea T2 sarà completamente attiva e conterà, in tutto, 13 fermate, come previsto da progetto – commenta Jean-Luc Laugaa, ad di GEST – Da lunedì anche tutta la zona di Viale Redi, residenti, lavoratori, attività, potranno beneficiare di un servizio per spostarsi più facilmente e comodamente nella città di Firenze”. 


Negli scorsi mesi la mancanza di accessi e l’assenza di sicurezza, come rilevato dal Ministero dei trasporti durante il pre-esercizio della linea T2, ha costretto i tram a non servire la fermata, obbligati a rallentare e attraversare la fermata ma senza aprire le porte ai passeggeri, che altrimenti si sarebbero trovati dentro un’area di cantiere, senza sicurezza e senza uscite.
 

Grazie ad un accordo tra Rfi e Comune di Firenze si è sbloccato questo intervento per attivare la fermata Redi senza aspettare la conclusione dei cantieri della stazione dell’Alta Velocità. L’accordo ha consentito di realizzare il percorso di collegamento tra Viale Redi e la fermata, con un doppio accesso, una scala e una rampa, in modo da essere utilizzabile anche dai portatori di disabilità.


Dalle 5.00 del mattino di lunedì, completate le previste verifiche, i collaudi e i controlli da parte dei costruttori e dell’USTIF (Ministero dei trasporti), la fermata Redi entrerà in esercizio, accessibile in piena sicurezza e i tram, con 400 passaggi giornalieri, apriranno le porte per far salire e scendere i passeggeri.


 

Please reload