GEST S.p.A. - Via dell' Unità d'Italia, 10 - 50018 Scandicci (FI) - fax 055 7352 203 - info@gestramvia.it

Capitale sociale euro 2.000.000,00 int.vers. - R.E.A. FIRENZE 548117 - C.F. e P.IVA 05452730483

Nessuna sanzione per chi soccorre i passeggeri

19/2/2017

FIRENZE, 19 FEBBRAIO – Con rammarico abbiamo letto su “La Nazione” di oggi - domenica 19 febbraio – che un conducente di GEST sarebbe stato sanzionato dall'azienda perché avrebbe accumulato ritardo dopo aver soccorso una donna a bordo e senza alcun aiuto dell'azienda.

 

Ebbene non ė affatto così. Si tratta di una versione dei fatti non vera, ricostruita dai sindacati in modo del tutto strumentale solo per alimentare polemiche a danno di un'azienda che mette al primo posto serietà e affidabilità del servizio.


E' evidente che GEST sostenga ed incoraggi tutti i dipendenti, dal primo all'ultimo, a soccorrere una persona in difficoltà. Gesto civile ed umano e per noi anche doveroso. Nessun dipendente di GEST ha mai ricevuto un provvedimento disciplinare per aver soccorso una persona. Sarebbe assurdo e grave.


Il dipendente, a cui è stato applicato un provvedimento disciplinare (Che viene riportato nell'articolo de "La Nazione"), è stato sanzionato poiché è stata rilevata una guida anormale che ha portato irregolarità su tutta la linea, forte affluenza a tutte le fermate - con relativi problemi di sicurezza - provocando disagi alla viabilità cittadina.


Il 9 dicembre sulla linea sono emerse alcune criticità che hanno portato tempestivamente GEST ad avviare una accurata indagine insieme ad un ente esterno. Dall'elaborazione dei dati è stato messo in evidenza il comportamento del conducente. Questo episodio non è legato alla vicenda che riguarda il soccorso a bordo citato dal quotidiano.
 
L’episodio del malore a bordo è accaduto un'ora e mezzo prima e con un altro conducente che, con professionalità, ha prestato soccorso ad un passeggero in difficoltà.
 
Esprimiamo quindi amarezza e perplessità per come i sindacati hanno ricostruito e rappresentato la vicenda, unendo due episodi distinti e differenti, mostrando un provvedimento, applicato per sanzionare un comportamento scorretto ed ingiustificato che ha penalizzato il servizio, come una ingiusta punizione.

Please reload