GEST S.p.A. - Via dell' Unità d'Italia, 10 - 50018 Scandicci (FI) - fax 055 7352 203 - info@gestramvia.it

Capitale sociale euro 2.000.000,00 int.vers. - R.E.A. FIRENZE 548117 - C.F. e P.IVA 05452730483

Opere d'arte e tramvia. Proposta da sperimentare subito

26/10/2016

Foto: L'opera messa nella simulazione è di HOPNN realizzata per i cantieri creativi 2015 Piazza s.spirito Firenze.​ 

 

Opere d'arte ad ogni fermata della tramvia. L'idea, proposta dagli operatori culturali durante la Maratona dell'Ascolto e ripresa dal sindaco Nardella, ci piace. A dire la verità ci stavamo già ragionando anche noi, insieme all'Associazione Via Maggio.

 

Portare l'arte in luoghi frequentati come sono le fermate della tramvia è come dar vita ad un museo all'aperto, lungo percorsi che partendo dal centro della città arrivano fino in periferia, personalizzando tutte le fermate e promuovendo casi circuiti artistici alternativi.

 

Opere d'arte che trasformando le fermate in luoghi di interesse potrebbero richiamare turisti e appassionati.

 

Luoghi da visitare comodamente in tramvia, senza doversi sorbire lo stress da traffico; e luoghi da frequentare, non solo per muoversi comodamente in città, ma anche per ammirare le diverse opere sia lungo la linea 1 che, successivamente, sulle linee 2 e 3.

 

Si perché se l'idea piace davvero potrebbe es- sere sperimentata subito sulla linea 1, cogliendo l'occasione del suo settimo compleanno, il prossimo 14 febbraio, con un intervento artistico ad esempio sul muro del sottopasso Foggini.

 

Altro suggerimento. Le fermate sono spazi pubblici, aperti e non protetti. Luoghi molto frequentati come le piazze e le stazioni. Luoghi certamente adatti alla divulgazione e promozione artistica. Penso ad un'arte di strada, frutto di un'espressione libera, che prende forma appunto negli spazi pubblici, trovando ispirazione dalla vita urbana. E che utilizza le potenzialità che la città offre per proporre le proprie produzioni ad un pubblico vasto e non specialistico.

 

Parlo della Street Art e più in generale dell'arte urbana, dell'arte pubblica, di quell'arte contemporanea che ha dato voce appunto alle città, ai giovani, attraverso una cultura visiva che ha aperto nuovi percorsi. Non certo un'arte fatta per i musei o per le gallerie, ma per la moltitudine. La Street Art è un movimento artistico che ha acquisito prestigio e dignità; e che grazie alle esperienze di città come Milano, Bologna e Roma, non più solo espressione di vandalismo o illegalità.

 

E proprio per questo particolarmente adatta a questi spazi all'interno di una città d'arte per eccellenza come Firenze.

 

La lettera è stata pubblicata sul quotidiano "la Repubblica - Firenze" - Qui l'articolo pubblicato

Please reload